Le tigri: bellissime ma poco socievoli


Gli unici collegamenti sociali sono quelli di una madre con la sua progenie.

 

I maschi e le femmine sono poligami e si incontrano solo nel periodo dell'estro e, dopo l'accoppiamento, entrambi seguono percorsi diversi.

Le abitudini riproduttive delle tigri hanno alcune differenze tra le varie specie.

Le tigri raggiungono la maturità sessuale tra 3 e 5 anni; Le femmine maturano a 3 o 4 anni, ma i maschi lo fanno un po 'più tardi, a 4-5 anni.

L'accoppiamento avviene in qualsiasi momento dell'anno, anche se nelle regioni con climi tropicali si verificano più frequentemente durante il periodo tra novembre e aprile quando le temperature sono più fredde. Quelle tigri che vivono in zone temperate si accoppiano solo durante i mesi invernali.

Le femmine di solito entrano in estro ogni 3-9 settimane ma sono ricettivi solo pochi giorni, che di solito sono da 3 a 6.



Durante il tempo che precede il caldo, le femmine segnano il loro territorio con l'urina che lascia un odore molto particolare, diverso dall'odore che emettono sempre. Una volta che una tigre entra nel calore, cerca di comunicarla ai maschi emettendo vocalizzazioni frequenti e ripetitive che consistono in ruggiti, gemiti e altre escrezioni odorose.

Quando una tigre ricettiva e una tigre si incontrano, eseguono un rituale di corteggiamento.

Entrambi ringhiano e si avvicinano e si separano successivamente nel processo di riconoscimento reciproco e creazione di fiducia. Alla fine, stanno insieme, e la femmina inizia a leccare, accarezzare e accarezzare il maschio con il muso e poi crogiolarsi per terra e giacciono a faccia in giù, indicando che è pronto. Poi il maschio si sistema con le ginocchia piegate per evitare di ferire la femmina con il suo peso, ruggisce e tiene la tigre per il collo con i suoi denti mentre la femmina cerca di stare in piedi.

Per la tigre, la copulazione è un atto doloroso, dal momento che il pene del maschio ha strutture simili a punte, anche se il processo viene ripetuto più volte durante il periodo di calore, cioè 5 o 6 giorni. L'atto in sé è molto breve perché induce l'ovulazione; quindi ci saranno più opportunità per la fertilizzazione. È comune per un maschio accoppiarsi con diverse femmine durante la sua vita, purché sia ​​sano.

Dopo il concepimento, occorreranno da 3 a 3,5 mesi perché la progenie nasca. Il periodo di gestazione di solito dura questi mesi, tradotto in circa 93-112 giorni. La dimensione della cucciolata è di solito 2 o 3 cuccioli (anche se possono essere fino a 7) che nascono ciechi e indifesi in una grotta, fessura, grotta o depressione tra l'erba alta, un motivo per cui dipendono dalla madre durante il primo settimane della loro vita. Da quel momento in poi la femmina stabilisce un legame sociale stabile con i suoi cuccioli che dura fino a quando non diventano indipendenti.

I maschi a volte cercano di uccidere la prole se entrano in contatto con loro.

Entrambe le Tigri prendono modi diversi dopo l'accoppiamento, quindi le madri saranno da sole a prendersi cura dei loro piccoli durante il periodo di incubazione e in seguito. Le tigri troveranno un covo dove possono andare prima che nascano i loro figli.

I cuccioli hanno un peso di circa 2 libbre ciascuno, e dipendono completamente dalla loro madre poiché sono ciechi quando nascono. Rimarranno nella tana fino a quando non avranno circa otto settimane. I maschi a volte cercano di uccidere la prole se entrano in contatto con loro. Questo comportamento è perché la femmina sarà capace di accoppiarsi di nuovo con loro.

La ricerca ha dimostrato che esiste un cucciolo dominante in ogni cucciolata. Di solito è un maschio, ma non è sempre così. I Cuccioli si impegneranno in vari tipi di giochi tra loro e con le loro madri. La progenie predominante riceverà più cibo e cure dalla madre se le cose diverranno scarse. I cuccioli impareranno a cacciare con la madre quando invecchieranno.
Tigri accoppiamento

I maschi di solito non forniscono cure parentali; La tigre è responsabile della cura della prole, nutrendoli per 3-6 mesi e insegnandoli a cacciare; I cuccioli imparano quest'ultimo tra 8 e 10 mesi quando escono con la madre. I giovani tigri giocano combattendo tra loro e quindi acquisiscono la velocità e l'agilità di cui avranno bisogno in seguito quando saranno completamente indipendenti.

L'indipendenza si verifica tra i 17 ei 24 mesi di età e la madre tende ad aspettare 18-24 mesi per riprodursi di nuovo.

Il tasso di mortalità per le giovani tigri è estremamente alto.


Quando i cuccioli di tigre hanno 1 ½ o 2 anni, sono pronti per uscire da soli. Le femmine tendono a creare un territorio molto vicino a quello della loro madre, ma i maschi tendono a diffondersi molto più lontano. Le femmine sono ottime madri per la loro prole e feroci protettori quando si tratta di tenerle al sicuro dai predatori.


Il tasso di mortalità per le giovani tigri è estremamente alto. Meno della metà sopravvive al pugno di due anni di vita. Possono essere vittime di maschi, mancanza di cibo o uccisi da altri animali se la madre non è nei paraggi.






Ottieni le novità



Articoli pubblicati 20

 Gli ultimi articoli

Argomenti

Seguici nei social




© Copyright Khoomfay® Allevamento gatti bengala.it 2006. All Rights Reserved