FAQ

Domande frequenti, risposte veloci.

Se non trovi risposta o vuoi prenotare, torna alla pagina Contatti

COVID NO COVID? NO PROBLEM

Potrebbe verificarsi un nuovo "LOCKDOWN". Noi di Allevamento Khoomfay non ci fermeremo MAI!

Siamo vicini ad ogni vostra esigenza, sia dovuta al "Covid 19" che non...
Abbiamo un servizio di consegna esteso in tutta Italia, isole comprese.

La nostra info line è sempre attiva su 377.2098140 oppure 340.0078296

Più chiaro di così

Generalmente a due mesi di età, ma a discrezione dell'allevatore si decide in base ad ogni caso specifico, rispettando l'etica dello svezzamento.

Il gatto bengala viene ottenuto dall'incorocio con un leopardo (di piccole dimensioni) detto ALC acronimo di Asin Leopard Cat. Quindi appartiene alla categoria degli Ibridi, comunque si può considerare un micione a tutti gli effetti, in quanto il Gatto Bengala è riconosciuto come gatto domestico.

Un bengala adulto ha una corporatura simile ad un gatto europeo, il maschio è leggermente più grande muscoloso solitamente pesa 6/7 Kg.

Ci sono varie colorazioni e a seconda della colorazione c'è la classificazione propria. Nel nostro allevamento abbiamo esclusivamente colorazione "Ben 24" quindi "Brown Spotted" tipica del Leopardo. Da qui si diffondono altre colorazioni, le più comuni: Snow, Silver.

Quando abbiamo cuccioli, viene messo in evidenza sulla Home del sito solitamente con un messaggio che si apre automaticamente. Per conoscere i sessi, basta aprire la pagina delle foto dei cuccioli e qui viene specificato in dettaglio quanti maschi e quante femmine sono disponibili. Se vuoi visitare la pagina Cuccioli

Un caffè non lo neghiamo a nessuno... Siamo un allevamento amatoriale quindi non abbiamo un esercizio con orari aperti al pubblico, ma previo contatto, possiamo accogliervi e fugare ogni vostro dubbio o domanda.

Il sesso! Beh! per il carattere entrambi sono molto coccoloni, non ci sono grandi differenze se non per la corporatura. Quindi è rimandato esclusivamente alle vostre preferenze...

Per questa risposta abbiamo scritto un esaudiente articolo che spiega le Linee guida per l'alimentazione del Gatto Bengala, prendetevi un attimo di tempo per leggerlo...

Questo non lo decidiamo noi, sarai tu a dirci la tua preferenza in base alla quale faremo la nostra valutazione dandoti i consigli necessari...

Per questa risposta abbiamo scritto un esaudiente articolo che spiega L'anestesia nel Gatto Bengala, prendetevi un attimo di tempo per leggerlo...

Assolutamente SI. Le nostre linee di sangue sono ben selezionate e certificate.

Assolutamente NO. Il Gatto Bengala viene classificato come gatto domestico, quindi va trattato come un gatto comune.

Assolutamente NO. Il Gatto Bengala viene classificato come gatto domestico, quindi si adatta volentieri sul vostro divano . Certo se avete possibilità potrete portarlo anche a "passeggio"...

Il Bengala è un gatto molto mansueto adatto anche ai bambini, in giovane età è molto attivo e giocherellone in età più avanzata sarà il vostro "scalda ginocchia"

Certo, il Bengala è indipendente, basta che abbia a disposizione acqua e cibo.

Assolutamente NO, le nostre bimbe li hanno sempre in braccio, grandi e piccini.

Se siete lontani, o non potete venire in allevamento a ritirare il cucciolo, saremo noi a venire da voi. Facciamo consegne in tutta Italia "dalle Alpi alla punta dello stivale", isole comprese.

Più chiaro di così

Gatto Bengala in compagnia di un cane
Gatto Bengala in compagnia di un mainecoon

Sono molteplici le condizioni da tener presente... La base del valore la fa molto la linea di sangue, ossia la provenienza o l'origine del Bengala. Nel nostro allevamento ci sono esclusivamente soggetti provenienti da nazioni e allevamenti esteri e di ottima qualità, questo per ottenere linee di sangue esclusive ed evitare la cosidetta consanguineità genetica.
La nostra linea di sangue migliore ha provenienza direttamente dove sorge la razza Bengala ossia la Malesia. Detto questo si passa alla valutazione visiva dell'esemplare quindi la conformazione del manto e le varie caratteristiche morfologiche, per finire anche al carattere e le movenze.
In conclusione, più caratteristiche si avvicinano allo standard del leopardo (ALC) e maggiore sarà il "valore" dell'esemplare.

Il gatto Bengala proviene dall'incrocio con una delle undici sottospecie del leopardo e precisamente dal "Prionailurus bengalensis" delle regioni del Sud-est asiatico. Quindi il suo nome deriva da questo piccolo leopardo e la somiglianza del manto maculato.

© Copyright Khoomfay® Allevamento gatti bengala.it 2006. All Rights Reserved