IL SERVAL O SERVALO


NOME SCIENTIFICO 

Leptailurus serval

NOMI COMUNI 

Serval, Serval, Serval Cat africano

 

NOME ORIGINE 

Il nome Serval deriva da una parola portoghese che significa "cervo lupo" (cervo = cervo). In Africa viene comunemente chiamato "gatto del bush" e in Afrikaans (Sud Africa) è conosciuto come "tierboskat" che significa "gatto della tigre".

 STATO DI CONSERVAZIONE

 Lista rossa IUCN delle specie minacciate. Versione 2017-1. <Www.iucnredlist.org>.

Si noti che all'interno di ciascun paese lo stato di conservazione può differire dallo stato globale.

IDENTIFICAZIONE 

I serval hanno una combinazione di macchie e strisce sui loro cappotti e hanno orecchie arrotondate molto grandi per raccogliere i suoni della preda nelle erbe lunghe. Ulteriori informazioni sulla descrizione del servizio ...

COMPORTAMENTO 

Il Serval usa una tecnica molto caratteristica durante la caccia ai roditori. Salta in aria e poi atterra sulla preda con le sue zampe anteriori, stordendo la preda.


CICLO DI VITA 

I servali producono cucciolate per tutto l'anno con nascite che raggiungono il culmine nella stagione delle piogge. La gestazione è tra i 67 ei 75 giorni e in media nascono da due a tre cuccioli in una cucciolata. 


STORIA
 

Il Servalo era il simbolo della famiglia Tomasi italiana, principi dell'isola di Lampedusa. Giuseppe Tomasi di Lampedusa, ha scritto il famoso romanzo italiano "Il Gattopardo". Nonostante sia conosciuto come "Il Gattopardo" in inglese, il titolo italiano si riferisce in realtà ad un Serval. 



Il serval si trova solo in Africa, abitando nelle zone più umide e assente dai deserti del nord e sud ovest.

 

 

 

 

DIMENSIONI 

I servali sono simili per dimensioni ai Caracal e sono classificati anche come felini di taglia media, tuttavia sono più snelli e più alti. Gli adulti vanno da 9 a 13 kg.

CORPO 

Il Serval è un felino snello con le gambe lunghe e una coda corta. Le gambe sono proporzionalmente più lunghe delle dimensioni del corpo di tutti i gatti selvatici.

MANTO 

Il disegno del mantello è variabile ma di solito giallo chiaro con macchie di diverse dimensioni, alcune delle quali si uniscono in strisce longitudinali lungo la schiena e il collo. Le parti inferiori sono più chiare ma solitamente anche macchiate. La coda ha anelli neri e ha una punta nera.I melanistici (neri) si verificano con il modello maculato che si intravede attraverso il mantello scuro.

 
TESTA 

Le grandi orecchie arrotondate si uniscono strettamente e sono una caratteristica distintiva dei Servali. Hanno le orecchie più grandi in proporzione alle dimensioni del corpo di tutte le specie di felino. Il dorso delle orecchie è nero con una distinta macchia bianca al centro.


VITA MEDIA

In natura - fino a 11 anni. In cattività - fino a 20 anni

Il ciclo di vita dei gatti Serval (Leptailurus serval) può essere riassunto come segue:

Gestazione serval: 65 - 75 giorni

Dimensione della cucciolata serval: 2 - 3 cuccioli (max 6)

Serval subadulto: 6 - 8 mesi

Maturità sessuale serval:

Femmine 15 - 16 mesi

Maschi 17 - 26 mesi

Durata della vita del Serval: 11 anni allo stato brado - 22 anni in cattività


Riferimento ai fatti del servitore: Wild Cats of the World di Luke Hunter (2015) basato sulle ultime ricerche scientifiche.

 

 

 

Riproduzione serval

I gatti serval si riproducono durante tutto l'anno con picchi nella stagione delle piogge (primavera-estate), che coincidono con l'aumento annuale delle popolazioni di roditori.

La gestazione (gravidanza) è di due o due mesi e mezzo e da due a tre cuccioli nascono in media in una cucciolata.

I cuccioli serval diventano indipendenti tra i sei e gli otto mesi, ma restano spesso vicino alla madre per almeno un anno.
Serval Adulti

I sub-adulti femminili serval diventano sessualmente maturi da 15 mesi e maschi da 17 mesi, e i Servali possono riprodursi per la maggior parte della loro vita adulta.

La mortalità in natura è solitamente dovuta all'uccisione di servitori adulti da parte di carnivori più grandi, o di gattini da parte dei piccoli carnivori e di altri predatori come i rapaci. I contadini sono spesso perseguitati dagli agricoltori, anche se è improbabile che causino perdite di bestiame, poiché predano prevalentemente i roditori.

La durata della vita in natura è stata registrata fino a undici anni ei servi in ​​cattività sono sopravvissuti fino a ventidue anni

 

Sottospecie Serval

Storicamente ci sono state fino a 18 sottospecie di serval, tuttavia l'attuale revisione della famiglia felina felina propone solo tre sottospecie, sebbene siano necessarie ulteriori ricerche:

Leptailurus serval serval - Southern Africa

Leptailurus serval constantina - Africa occidentale e centrale

Leptailurus serval lipostictus - Africa orientale

La gamma naturale del gatto Serval è limitata all'Africa (endemica), dove ha una vasta distribuzione, che abita le aree più umide in tutta l'Africa sub-sahariana.

Sono assenti dalle foreste pluviali tropicali centrali e dai deserti nel nord e nel sud-ovest.
Distribuzione del Serval in Africa

I serval si trovano in 40 paesi africani in tutte e cinque le regioni, ma solo marginalmente nel Nord Africa.

Elenco dei paesi africani in cui vi è la sua presenza (IUCN 2018):

Nord Africa: Sudan, Marocco *

Africa occidentale: Benin, Burkina Faso, Costa d'Avorio, Gambia, Ghana, Guinea, Guinea-Bissau, Liberia, Mali, Niger, Nigeria, Senegal, Sierra Leone, Togo

Africa centrale: Angola, Camerun, Repubblica Centrafricana, Ciad, Congo, Repubblica Democratica del Congo, Gabon

Africa orientale
: Burundi; Gibuti, Eritrea, Etiopia, Kenya, Malawi, Mozambico, Ruanda, Somalia, Tanzania, Uganda, Zambia, Zimbabwe

Africa meridionale
: Botswana, Namibia, Sudafrica, Swaziland

Estinta: parte meridionale del Sudafrica (Africa australe)

Probabilmente estinto: Algeria (Nord Africa)

Reintrodotto: Tunisia (Nord Africa) e parte meridionale del Sudafrica (Africa meridionale)

 

Ottieni le novità



Articoli pubblicati 20

 Gli ultimi articoli

Argomenti

Seguici nei social




0

© Copyright Khoomfay® Allevamento gatti bengala.it 2006. All Rights Reserved

var message="I testi contenuti in questo sito sono protetti da Copyright."; function clickIE4(){ if (event.button==2){ alert(message); return false; } } function clickNS4(e){ if (document.layers||document.getElementById&&!document.all){ if (e.which==2||e.which==3){ alert(message); return false; } } } if (document.layers){ document.captureEvents(Event.MOUSEDOWN); document.onmousedown=clickNS4; } else if (document.all&&!document.getElementById){ document.onmousedown=clickIE4; } document.oncontextmenu=new Function("alert(message);location.reload();return false;") // -->